Cambierà davvero la nostra cultura immobiliare?

Aggiornamento: 11 mag 2020




"La crisi è la più grande benedizione per le persone e per le nazioni,

perché la crisi porta progressi.

La creatività nasce dall'angoscia come il giorno nasce dalla notte oscura.

E' nella crisi che risorge l'inventiva, le scoperte e le grandi strategie.

Chi supera la crisi supera sé stesso senza essere superato."

Albert Einstein



Il lockdown che ci ha costretti in casa nelle ultime settimane a causa della pandemia da COVID-19 ci ha fatto riscoprire il valore della nostra abitazione.

Molto spesso le nostre vite frenetiche non ci permettono di vivere appieno i nostri ambienti casalinghi, e mai come in questo periodo siamo stati a contatto con le nostre abitazioni .

Secondo un sondaggio condotto da idealista le dinamiche della domanda cambieranno, e i clienti saranno sempre più orientati nel ricercare unità immobiliari con ampi spazi esterni come giardini o terrazzi e balconi.

Anche la disposizione interna della abitazioni cambierà; il futuro è andare in contro alle esigenze dello smart working, che avrà una crescita esponenziale nei prossimi anni, e occorrerà ricreare gli spazi per inserire una "zona lavorativa".


Dal punto di vista immobiliare ci sarà inoltre una forte rivoluzione che riguarderà tutto il settore, con una grandissima accelerazione nell'avvicinamento al mondo digital, online e social network.


Sempre di più si sente parlare del proptech e di come cambierà il settore immobiliare.

E' necessario perciò iniziare a ragionare nell'ottica che la tecnologia diventerà parte sempre più integrante del nostro settore, e lo rivoluzionerà completamente.


 

E tu sei pronto a questa Rivoluzione Immobiliare?

29 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti